Oms, firmato accordo per mettere al bando le sigarette elettroniche

Potrebbe interessarti...

16 risposte

  1. maury_m scrive:

    Sempre meglio delle sigarette Sarà…. ma prima di dar guerra bisognerebbe avere la certezza che le e-sig facciano male più di una sigaretta con 4400 componenti nocivi! Allora BANDO ALLE BIONE se ne avete il coraggio di scherarvi contro le miltinazionali. o son proprio loro che spingono per questa caccia alle streghe. Son 5 mesi che ho smesso di fumere sigarette passando alle e-sig e non ho nessuna intenzione di tornare indietro.

  2. fabio scrive:

    questionr di interessi già l’articolo mette in evidenza "la sigaretta elettronica sabota le strategie messe in atto dall’ Organizzazione nella lotta contro ilo fumo" Mi sovviene quindi che queste sigarette impedirebbero ad avere introiti a tali organizzazioni. Sono fumatore, uso la sigaretta Categoria ed ho diminuito dalle 25 sigarette al giorno alle 4-5 max al dì dopo 20 giorni che uso quelle elettroniche. Tutte le affermazioni fatte sulla nocività della e-sig non riportano mai quali sono questi effetti collaterali. Mentre non comunicano mai che all’interno delle sigarette bionde hanno iniziato a mettere sostanze proibite come mentolo in dosi basse che implicano un maggior uso della bioda. La soluzione più facile???? da politico mancato è quella di vietare la vendita delle sigarette e proibire del tutto il fumo in Italia….Quante ci rimetterà lo Stato???????? meditate gente meditate ci prendono per dei c… come hanno fato sino ad oggi

  3. Michele scrive:

    l’OMS da errate e controllate informazioni. Da denuncia Come possono dire che l’ecig fa male e due righe prima scrivere che non ci sono studi su di esse ? Ma allora fanno male o non si sa cosa fanno ? Puntano il dito, bravi, ma hanno la minima idea che dentro agli eliquid italiani ci sono prodotti alimentari e, per chi ne sente l’esigenza, nicotina ? Al massimo possono essere 4000 volte meno delle sigarette ! Bravi anche i giornalisti a dare disinformazione !

  4. louisdaniel scrive:

    forse un giorno: "ladri senza refurtiva" Ritengo che l’informazione diffusa dai giornalisti è visibilmente pilotata, stesse frasi stesso livello di superficialità. La verità è che le e-sig cominciano diffondersi e a preoccupare (solo chi ha interessi economici affinché le analogiche rimangano). Siamo sempre più numerosi in poco tempo ed in tutto il mondo. Se si dimostrasse in modo certo che sono nocive l’OMS riceverebbe un duro colpo economico, basti pensare alla montagna di soldi che ricevono dalle multinazionali delle analogiche per la lotta contro il fumo (e magari li aiutano a mantenere il mercato non forzando la mano). Per quanto riguarda lo Stato, senza le sigarette tassate sembrerebbe "un ladro senza refurtiva".

  5. davvero scrive:

    Sicuri? Provate ad usare questa fantomatica sigaretta con il liquido composto da:- glicole propilenico alimentare, glicerina vegetale, acqua demineralizzata e qualche goccia di "paneangeli" gusto vaniglia. Una goduria, a casa quando la uso sembra una pasticceria. Fà male? Certo che fa male, allo stato, la uso da aprile scorso e ho risparmiato 1.800€ Raccontassero altre buffonate.

  6. LIAF scrive:

    Le E-cigarettes non sono nocive e possono aiutare a smettere La Lega Italiana Antifumo, sta conducendo uno studio clinico sulle sigarette elettroniche Categoria. I primi risultati non riportano sostanze nocive e molte persone hanno ridotto o eliminato le sigarette tradizionali. Sul sito http://www.liaf-onlus.org potrete vedere la documentazione che attesta la sicurezza del prodotto. Per informazioni inviate una mail a [email protected].

  7. massimo scrive:

    nessun ban: leggete il documento originale quanto riportato riguardo alla sigaretta elettronica è una libera interpretazione dell’estensore dell’articolo che non è aderente a quanto detto dall’OMS. potete farvi una opinione corretta leggendo la traduzione della relazione finale dell’OSM (e il testo originale in inglese) a questo indirizzo http://www.esigarettaportal.it/forum/content/204-oms-su-sigarette-elettroniche-traduzione.html

  8. alex19 scrive:

    Aspettando il pizzo! Come al solito il potere mediatico, manipolato da i poteri forti, riesce a distorcere completamente una dichiarazione: «Non c’è nessuna prova scientifica che aiuti a smettere di fumare» Quindi non si legge che la sigaretta elettronica fa male! E’ come affermare che un bicchiere d’acqua distillita non guarisce il cancro! Se poi, durante la conferenza sono state dette anche cose riferite alla nocività della sigaretta elettronica allora, bene, sono solo menzogne! Chiedo che vengano pubblicati risultati di analisi fatti sui liquidi usati nelle esig e, nel caso ci fossero irregolarità, nomi e cognomi dei distributori. Questo è il modo serio per affrontare un argomento, non il terrorismo mediatico! Io svapo da 3 mesi e preparo da me i liquidi con ingredienti assolutamente innoqui. Non mi sveglio più con la tosse al mattino, faccio le rampe di scale senza soffiare come un mantice. Forse non c’è una prova scientifica come non c’è prova scientifica dell’esistenza di Dio, cosa che molti non mettono assolutamente in dubbio. Quello che disturba è la malafede con cui certe notizie pilotate vengono proposte ad un pubblico che, nella maggior parte dei casi, non conosce l’argomento. Fortunatamente il “popolo” degli “svapers” sta aumentando considerevolmente malgrado le campagne denigratorie a riguardo. Non passerà molto tempo (me ne darete atto!) che nel prossimo futuro, non avendo risultati positivi da questa stupida campagna anti-esig, le autorità competenti troveranno il sistema di ricavarci dei soldoni. Perché in definitiva il problema è solo questo: "Pagate il pizzo e poi uccidetevi pure!"

  9. Roberto scrive:

    imbarazzante BUFFONI, non è stato firmato nessun accordo per la messa al bando delle sigarette elettroniche ma per gli additivi alle sigarette VERE. Per le sigarette elettroniche è stato chiesto maggior controllo. EVITATE DI SCRIVERE SE NON SAPETE FARLO

  10. giorgio scrive:

    Fantasy News mi chiedo come mai, nessuno si prenda la briga di leggere quello che ha detto DAVVERO l’OMS, invece di fare il copia e incolla delle elucubrazioni deliranti di qualche giornalista dedito al fantasy bene, io il testo me lo sono letto e non dice nulla di quanto si legge nei giornali o su questo articolo. qualcuno si è anche preso la briga di tradurlo integralmente e senza commenti. del resto leggendolo non sono necessari. per chi fosse interessato, lo trova qui http://www.esigarettaportal.it trovo sia anche una lezione interessante di come funziona l’informazione in italia.

  11. Max scrive:

    No scandalo? No party!! La stampa italiana non aiuterebbe affatto a comprendere bene come stanno le cose ed è falso affermare che sia innocua, anzi è vero l’esatto contrario. A lanciare il monito è l’Organizzazione Mondiale pro Esig, dopo aver letto quanto consapevolmente errato è stato scritto dai media al fine di vendere più giornali. Pubblicizzato come infallibile associazione atta ad infinocchiare chiunque abbia deciso di non ingrassare ulteriormente le tasche delle lobby del tabacco e di tutti coloro che ricevono sovvenzioni al fine di proteggere gli interessi delle sopramenzionate lobby, l’Oms afferma che la sigaretta elettronica danneggerebbe le strategie messe in atto per la guerra al fumo. Chiaramente tutti i media nazionali ed esteri, al fine di fare notizia a tutti i costi, hanno ritenuto opportuno non indagare ulteriormente in quanto, la dichiarazione rilasciata dall’Oms alla chiusura dei 5 giorni di dibattito, di per se non sarebbe stata tanto clamorosa e comunque non sufficientemente allarmistica. Hanno preferito, come al solito, travisare volontariamente i fatti e spargere il panico in quanto + redditizio che relazionare in modo corretto ed al di sopra delle parti quanto realmente affermato dall’Oms. Allo stesso tempo riscontriamo nel mondo intero un’azione aggressiva, congiunta e quasi programmata dei media i cui titoloni sono frutto di interpretazione giornalistica e non di comunicati del World Health Organization.

  12. LIAF scrive:

    Sigarette elettroniche: sicure e aiutano a smettere Comunicato LIAF-Onlus, Lega Italiana AntiFumo Sigarette Elettroniche: sono sicure e possono aiutare a smettere di fumare Il Prof. Polosa dell’Università di Catania conduce l’unico studio clinico in Europa sugli effetti delle Sigarette Elettroniche Seicento delegati da oltre 170 paesi hanno partecipato alla «Framework Convention for Tobacco Control» (Convenzione quadro per il controllo del tabacco) dell’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità (Uruguay, 15-20 Novembre 2010). Le notizie diffuse a seguito di questo evento, hanno avuto una grande eco in Italia (ma non all’estero) relativamente alla sigaretta elettronica. Secondo le notizie diffuse dai media nazionali, la sigaretta elettronica sarebbe uno strumento nocivo e inutile per smettere di fumare. Non esistono nella letteratura medica evidenze a supporto di questa forte affermazione e l’OMS ritiene utile condurre studi scientifici che possano chiarire il ruolo delle sigarette elettroniche. Il Prof. Riccardo Polosa dell’Università di Catania, esperto internazionale per la terapia del tabagismo, sta conducendo l’unico studio clinico in Europa sugli effetti e la sicurezza delle sigarette elettroniche (CATEGORIA ). >. Pertanto rimane aperta la possibilità che la sigaretta elettronica possa rappresentare un’alternativa a basso rischio rispetto al fumo di sigaretta tradizionale. >. Forse in un immediato futuro la sigaretta elettronica potrà essere utilizzata come uno strumento coadiuvante utile per smettere di fumare, indispensabile resta comunque l’aiuto di medici esperti. Non esistono quindi dati allarmanti o certamente negativi sulle sigarette elettroniche, e la ricerca medica sta continuando ad indagare il fenomeno. Il suggerimento di LIAF ai consumatori è quello di utilizzare prodotti che certificano in modo convincente la loro sicurezza. Ufficio Stampa LIAF [email protected] http://www.liaf-onlus.org

  13. giacomo scrive:

    sigaretta elettronica pericolosa????? vorrei sapere cosa fa male della sigaretta elettronica, e non le considerazioni che non serve a non fumare o che è pericolosa.Perchè?

  14. carlo scrive:

    L’OMS si deve vergognare Buffoni e bugiardi i signori della OMS, venduti alle multinazionali del tabacco.Come gli brucia l’inarrestabile avanzata delle e-sig!

  15. Enzo scrive:

    Che buffonata !!! lo vorrei proprio conoscere questo "direttore regionale dell’Alleanza per la Convenzione-quadro anti-tabacco dell’OMS Eduardo Bianco" perchè se è vero che "afferma che la sigaretta elettronica sabota le strategie messe in atto dall’Organizzazione nella lotta contro il fumo", non fa altro che dimostrare che il solo interesse di questi squallidi individui e di queste squallidi organismi e/o associazioni, non è far smettere di fumare, ma di difendere i loro porci interessi. Ho smesso grazie alla sigaretta elettronica (quelle serie! non quelle delle farmacie) dopo 35 anni di fumo alla media di 1 pacchetto al giorno, e nel giro di 15 giorni mi hanno imitato altri dieci accaniti fumatori!!! La sigaretta elettronica è l’UNICO modo sicuro per smettere di fumare le sigarette (di tabacco) perchè mantiene inalterata la voglia, il gesto, il gusto, il passatempo, la gestualità e l’appagamento che un fumatore ritrova in una classica sigaretta (o pipa, o sigaro), anzi alla fine è molto più appagante e soddisfacente, avendo la possibilità di variare aromi, sapori, gusto a proprio piacimento; e, tanto per essere chiari, NON FA MALE!

  16. Cristina scrive:

    sig Ma che cavolate stanno sparando questi???? Ho avuto 2 cancr al seno e per ora sono guarita…. fumavo 2 pacchetti di sigarette al giorno e grazie alla siga elettronica sono riuscita xsino a passare al 9mg di nicotina !!!! Ma su dai bandite le sigarette vere invece di pensare a informare meglio i giovani…. avete solo paura di xdere il bissnes del monopolio italiano secondo me…. !!!!!!! E’ UNA VERGOGNA INVECE CHE SI VENDANO ANCORA LE SIGARETTE NORMALI DOVRESTE INVECE FARE UNA LEGGE X DIRCI IN TUTTA SINCERITA’ A COSA SERVONO????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − 1 =