Il gesto d’ira dettato da uno stato di esasperazione non è giusta causa di licenziamento

Potrebbe interessarti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove + due =