Circolazione stradale, tutor, controlli, necessità, sussistenza Giudice di Pace Bari, sentenza 20.01.2010 n° 403

Potrebbe interessarti...

Una risposta

  1. Alessandro Patanè scrive:

    ATTENZIONE OMOLOGA NULLA L’OMOLOGA DEL SICVE TUTOR E SICVE VERGILIUS Il sistema Sicve è stato omologato dal MIT con decreto n.3999 del 24/12/2004, ha successivamente avuto variazioni ed estensioni, fino ad arrivare al trasferimento di questa omologazione con decreto n. 97818 il 9 dicembre 2010; ecco questo è un atto nullo, quindi chiunque sia stato sanzionato dal 9 dicembre 2010 ad oggi e fino a quando non rifaranno omologa con decreto autorizzativo di pari rango (cosa che la semplice voltura non è e quindi significa non riferimento alla vecchia omologa quella del 2004 per intenderci) con sistemi omologati da Autostrade per l’Italia spa e poi trasferiti ad Autostrade Tech spa può impugnare il verbale per nullità; ma c’è di più chi avesse pagato e gli fossero stati levati i punti patente può chiedere la restituzione delle somme e dei punti (ripeto solo quelli dopo il 9 dicembre 2010). Infatti, l’art. 45 del Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n. 285 – Nuovo Codice della Strada – e successive modificazioni e l’art. 192 del D.P.R. 16 dicembre 1992, n. 495 – Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada – e successive modificazioni, regolano l’omologazione delle apparecchiature. Più precisamente, il comma 5 dell’art. 192 del Regolamento di esecuzione e di attuazione del Nuovo Codice della Strada, recita testualmente che “la omologazione o la approvazione di prototipi è valida solo a nome del richiedente e non è trasmissibile a soggetti diversi”. Difatti l’omologazione rilasciata dal Ministero è esclusiva del richiedente vuoi persona fisica e vuoi persona giuridica, un diritto assoluto intrasmissibile. So per certo (perchè sono stato interpellato al riguardo per un supporto tecnico e giuridico sulla questione, avendoci lavorato) che è stata costituitta un’associazione http://www.assotutor.org per promuovere una class action nei confronti di Autostrade Tech spa e della Polizia Stradale per la restituzione delle somme pagate per i verbali con rilevazioni di infrazioni da Sicve dal 9 dicembre 2010 ad oggi

Rispondi a Alessandro Patanè Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti − 12 =