Campania. La sanità negata ai bambini

Potrebbe interessarti...

2 risposte

  1. Elio Presutto scrive:

    Laureato, Entomologo,Biocidi,Lotta antiparssitaria Queste mie lettere, faranno capire ai cittadini cosa è la Sanità in Campania. Cordiali saluti -Dott. ELIO PRESUTTO Ricerche Entomologiche Ricerca e sperimentazione sui Biocidi Ricerche in Bonifiche Ambientali Egr. Sig SINDACO della Città di BATTIPAGLIA (SA) Oggetto: Gara per il servizio di Derattizzazione, Disinfestazione e Disinfezione Le trasmetto la lettera inviata, in data 08/03/07, al Commissario Prefettizio che ha gestito l’Amministrazione Comunale, prima della Sua elezione a Primo Cittadino, senza ottenere alcun riscontro. Da 2 anni o più non è sta bandita la nuova gara, cosa che fa pensare, ad un affidamento diretto del servizio, non previsto dalla legge. “ < Dalla Stampa ho appreso che, la città da Lei temporaneamente amministrata, è invasa da Ratti della peggiore specie (Rattus Norvegucus), possibili trasmettitori, all’uomo ed agli animali a sangue caldo, delle più temibili malattia infettive. In effetti, tre anni fa, la Gara fu svolta col sistema dell’Asta Pubblica, al prezzo più basso, su consulenza d’ottimi Medici Igienisti, inviati dall’ASL/SA 2. Tale sistema ottimo, ad esempio, per gare d’Edilizia Pubblica, ove il Capitolato contiene tutti i parametri per preparare un’offerta certa, non è assolutamente applicabile alle Gare per Servizi complessi che investono, oltre la certezza di ottenere i risultati dovuti, in base all’andamento stagionale, la salvaguardia dei cittadini, degli animali e dell’ambiente (suolo, sottosuolo, falde acquifere, pozzi, torrenti, fiumi ed altro). Per tali complessi servizi si applica, in via principale, l’art. 23, comma 1, lettera b), della Legge 157/95, tenendo ben in evidenza il binomio costo/beneficio, precisando che, al costo deve essere assegnato un punteggio massimo di 40 ed alla parte tecnica, un punteggio minimo, di 60. Il Capitolato Tecnico per una seria ed efficace Bonifica igienico-sanitaria, può essere approntato solo da un esperto in Entomologia, Zoologia e Chimica Organica (è fondamentale la scelta delle molecole chimiche che, i Presidi Medico Chirurgici da impiegare, devono contenere), con provata esperienza nella programmazione ed attuazione di bonifiche igienico-sanitarie di territori urbani e periurbani, di cui dovrà conoscere oltre all’orografia, tutti i punti critici ed i possibili focolai d’infestazione da parte d’insetti e ratti. A tutto ciò, va aggiunto che è assolutamente inconcepibile mettere a base d’asta, per un vasto territorio, con circa 50.000 residenti e con moltissime problematiche igienico-sanitarie, come quello di Battipaglia, una somma irrisoria di € 40.000,00 che, per la modalità di gara, fu aggiudicata al prezzo di circa € 20.000,00., certamente non per colpa della ditta aggiudicataria. Con tale somma, quando si parla seriamente di Bonifica igienico-sanitaria, si riesce, con ottimi risultati ed unicamente per due mesi, ad effettuare la sola Derattizzare del territorio di Battipaglia . Con la Derattizzazione, non si distruggono i Ratti ma, bensì, sono tenuti a “LIVELLO DI GUARDIA” e, di conseguenza, le operazioni vanno ripetute, secondo il grado d’infestazione, circa ogni 20/30 gg., senza soluzione di continuità. Questa è MALASANITÀ e ciò accade solo per le ASL della Provincia di Salerno. Con le attuali variazioni climatiche e con il flusso d’immigrati dai paesi caldi, la prevenzione e la Medicina di Base, sono fondamentali, come sempre, per una vera “Sanità Pubblica.” Certo d’averle fatto cosa gradita, porgo cordiali saluti. Questa lettera sarà trasmessa, per conoscenza, all’Assessore alla Sanità della Regione Campania, al Presidente della Provincia, all’Assessore Provinciale alla Sanità, alle ASL della provincia di Salerno ed alla Stampa. Nell’attesa di un suo risconto, porgo gli auguri di buon lavoro e cordiali saluti. Eboli 28/06/07 -Dott. ELIO PRESUTTO Ricerche Entomologiche Ricerca e sperimentazione sui Biocidi Ricerche in Bonifiche Ambientali Egr. Sig. ASSESSORE ALLA SANITA’ Amministrazione Provinciale SALERNO p.c Assessore alla Sanità Regione Campania Presidente Amministrazione Provinciale Direttori Generali delle ASL/SA 1 -2 – 3 Avrà certamente appreso dalla stampa o dalla televisione che, la Zanzara Tigre, in alcuni territori italiani ( Ravenna, Forlì, Cesena, ecc.), ha trasmesso e sta trasmettendo all’uomo il virus della malattia “CHIKUNGUNYA”, come da comunicato emesso dal Dott. Walter Pasini, Direttore del Centro OMS, Medicina del Turismo che, in allegato, Le trasmetto. La Legge Regionale n. 8 (Legge Finanziaria Regionale 2004, del 12 Novembre 2004, art 6, comma 3), e la successiva Legge Regionale n. 15, dell’11 Agosto 2005 (legge Finanziaria Regionale 2005), ha demandato alle Province della Campania, di provvedere alla bonifica igienico-sanitari dei territori dei Comuni di tutta la Provincia. Tale delega, ancora demandata alle ASL, avverrà nei tempi e con le modalità stabilite da apposito Regolamento Regionale. Tale Regolamento Regionale, dopo 2(due) anno e più mesi, non è stato ancora emanato. A cosa è dovuto tale ritardo? Perchè Lei non interviene? Dalla Stampa ho, anche, appreso che, la Costiera Amalfitana, è invasa dalle SANZARE, tra cui la famigerata Zanzara Tigre, che aggredisce in pieno giorno. E’ un fatto clamoroso che, l’ASL/1 di Nocera Inferiore, alcuni mesi fa, indisse una gara di Disinfestazione, Disinfezione e Derattizzazione di tutto il territorio afferente alla stessa (vastissimo, attraversato dal fiume Sarno ed afflitto da notevoli ed ataviche problematiche igienico-sanitarie e che interessa, anche, tutta la costiera Amalfitana) e di tutte le strutture sanitarie. La somma messa base d’asta ( al prezzo più basso) era talmente irrisoria da essere sufficiente, per una vera, corretta (Impatto ambientale) e soddisfacente bonifica igienico-sanitaria, per la sola Città di Nocera inferiore. La delega alla Sanità, Le dà il diritto/dovere, anche se gravoso, di controllare ed indirizzare la sanità su tutto il territorio provinciale. Cordiali saluti Eboli 06/09/07 Allegato SESTO POTERE (30/8/2007 20: 55) | PASINI (OMS RIMINI): &quot;EPIDEMIA DA ZANZARA TIGRE FRA CERVIA E RAVENNA&quot; (Sesto Potere) – Rimini – 30 agosto 2006 – Walter Pasini, direttore del centro OMS di medicina del Turismo e dei viaggi di Rimini commenta: &quot;L’aumento della popolazione di zanzare tigre che si sta verificando nel nostro paese a causa della tropicalizzazione del nostro clima e l’importazione sempre più frequente di malattie trasmesse da vettori da paesi tropicali espone l’Italia all’introduzione di malattie caratteristiche finora della fascia tropicale. E’ stato questo il caso dell’epidemia di Chikungunya che ha colpito oltre cento persone nella zona compresa tra Cervia e Ravenna in questi giorni. Si tratta di una malattia virale trasmessa da zanzare tra cui appunto l’Aedes albopictus o zanzara tigre. La malattia, il cui nome proviene dalla lingua Swahii e significa” camminare piegato in avanti”, termine che rispecchia la sintomatologia caratterizzata da dolori articolari intensi e diffusi, si manifesta dopo 4-7 giorni dalla puntura di una zanzara, con febbre, mal di testa ed appunto forti dolori osteo-articolari. Il decorso è generalmente benigno, ma la sintomatologia può persistere per alcune settimane. L’aumento della popolazione di zanzare tigre sul territorio italiano rappresenta un importante fattore di rischio per quanto riguarda l’inroduzione di altre malattie come al Dengue, malattia causata da un flavivirus di cui esistono 4 sierotipi e trasmessa anch’essa dalla zanzara tigre. Importata nel mondo occidentale dall’Asia probabilmente attraverso il commercio di copertoni usati, dove evidentemente ha trovato una nicchia adatta alla propria diffusione, la zanzara tigre (Aedes albopictus) si è diffusa negli ultimi vent’anni abbondantemente sia negli Stati Uniti che in Europa, La zanzara tigre depone le uova in ambienti asciutti e poco luminosi dove sono in grado di superare inverni anche rigidi. In Italia, è presente in tutto il territorio, come insetto adulto da marzo a novembre-dicembre, ma la deposizione della uova invernali, quelle destinate a svernare, si conclude entro la fine di ottobre e metà novembre. La Chikungunya è stata da tempo segnalata in Africa, nel Sud Est Asiatico e nel subcontinente indiano, ma un’epidemia di vaste proporzioni era stata segnalata recentemente nelle isole Reunion, Mauritius, Seychelles, Maldive e poi in India. Numerosi erano stati i viaggiatori europei, anche italiani infettati in occasione del loro soggiorno in questi luoghi di vacanza. Si può prevenire la diffusione del focolaio epidemico di Chikungunya e la possibile introduzione della Dengue nel nostro Paese attraverso una seria lotta su scala regionale e nazionale alla popolazione delle zanzare tigre ed evitando che soggetti affetti da suddette malattie siano punti da zanzare diffondendo in tal modo infezione e malattia.”. PS= Nota del Dott. Elio Presutto Non va sottovalutata l’eventualità che, non solo la Dengue, la Febbre Gialla, l’Encefalite Equina, trasmessa all’uomo, sempre dalla Zanzara Tigre, che colpisce particolarmente i bambini, cosa già avvenuta in Venezuela (mia personale indagine, svolta in loco nel 1988), alti paesi del sud-america ed in USA, con la morte di centinaia di individui. L’Encefalite Equina è gia presente in Italia, particolarmente in Toscana ed altre Regioni, con intensi allevamenti di Equini, ma non ha colpito l’uomo. La prima segnalazione, in Europa, di uomini ammalatisi di tale malattia, è avvenuta in Francia, nell’anno 2005. -Dott. ELIO PRESUTTO Ricerche Entomologiche Ricerca e sperimentazione sui Biocidi Ricerche in Bonifiche Ambientali Egr. On. ASSESSORE ALLA SANITA’ della Giunta Regionale Campania Centro Direzionale NAPOLI Oggetto: Adempimenti previsti da Leggi della Regione Campania. L’andamento stagionale, favorevole allo sviluppo degli Insetti e delle Malattie Infettive a loro correlate, (alcuni scienziati affermano che, il riscaldamento globale del globo terrestre, estenda il raggio d’azione degli insetti portatori di malattie in zone che attualmente hanno un clima più fresco, Il dott. Paul R. Epstein, del Centro per la Salute e l’Ambiente Mondiale della Harvard Medical School, osserva: “Sia gli insetti che le malattie trasmesse dagli insetti oggi sono segnalati ad altitudini sempre maggiori”. L’enorme ingresso in Italia di cittadini stranieri, provenienti da zone ove, le malattie trasmesse dagli insetti, sono endemiche (Denche, Malaria, Tubercolosi, Encefaliti Virali, Filariosi, Leishmaniosi, ecc.), la sempre crescente massa di turisti Italiani che si recano in paesi Sub-Tropicali e Tropicali, rende necessaria, la massima attenzione, da parte delle Autorità preposte alla salvaguardia della salute umana ed animale. Non va trascurata l’evenienza che, l’Encefalite Equina, com’è accaduto nelle due Americhe ed in Francia (nell’America Latina, fin dal 1995/96, provoca la morte di migliaia di cittadini, ogni anno, in maggior parte bambini; nel 2006, nell’America del Nord si sono verificati centinaia di decessi ed alcuni casi in Francia,. Anche in Italia, a seguito di modificazioni genetiche, la malattia, già presente, da alcuni anni, negli allevamenti equini, potrebbe colpire l’uomo. In provincia di Salerno, da una mia indagine/studio, ho potuto notare che, l’ignoranza è sovrana, presso i cittadini e presso molti settori della Sanità Pubblica, tanto da ridimensionare l’interesse per la prevenzione e la lotta alle gravissime malattie (sempre più diffuse) trasmesse dagli insetti, quali Mosche, Flebotomi, Zecche, Zanzare ( in Italia è presente, su tutto il territorio nazionale, la famigerata “Zanzara Tigre” ), Blatte, Pulci, Pidocchi, ecc. e dai Ratti e Topi. Si impegnano somme irrisorie (sprecate perché con esse non si sortiscono i risultati dovuti) per la Bonifica igienico-sanitaria, con gare che non tengono in alcun conto il necessario binomio Costo/Beneficio o impegnando proprio personale e propri mezzi, senza una seria programmazione. I Comuni, anche se delegati, in alcuni casi, a svolgere tali servizi, senza supporto logistico e di programmazione, si vedono costretti, pur non avendone alcun dovere, ad organizzare, anche se in modo non confacente, servizi di Disinfestazione, Disinfezione e Derattizzazione. SI VUOLE IGNORARE CHE, LA PREVENZIONE, È IL FONDAMENTO DELLA SALUTE PUBBLICA. Un esempio clamoroso è fornito dalla ASL/1 di Nocera Inferiore che, in questi giorni, ha indetto una gara di Disinfestazione, Disinfezione e Derattizzazione di tutto il territorio afferente alla stessa (vastissimo, attraversato dal fiume Sarno ed afflitto da notevoli ed ataviche problematiche igienico-sanitarie) e di tutte le strutture sanitarie, ponendo a base d’asta una somma irrisoria, sufficiente, per una vera, corretta (impatto ambientale) e soddisfacente bonifica igienico-sanitaria per la sola Città di Nocera inferiore. A questo, si aggiunge una totale disinformazione, sull’“Impatto Ambientale” delle Molecole Chimiche (applicate, spesso, da sprovveduti “Operatori”!), da parte di chi dovrebbe controllarne l’impiego. La Legge Regionale n. 8 (Legge Finanziaria Regionale 2004, del 12 Novembre 2004, art 6, comma 3), in attuazione dell’articolo 19, comma 1, lettera h, del decreto legislativo 18 Agosto 2000, n. 267, ha stabilito che, i servizi in materia di Sanificazione ambientale, previsti con delibera della Giunta Regionale n. 1289, del 26 febbraio 1996, sono attributi alle Province, le quali sono tenute ad assicurare gli stessi a decorrere dal 01 Gennaio 2006, assicurano i servizi cui trattasi per l’anno 2005. Con la successiva Legge Regionale n. 15, del11 Agosto 2005 (legge Finanziaria Regionale 2005), art. 19, la Regione Campania, ha stabilito che, le Aziende Sanitarie Locali, continuano ad assicurare detti servizi, fino al definitivo passaggio delle competenze alle Province, che avverrà nei tempi e con le modalità stabilite da apposito Regolamento Regionale. Tale Regolamento Regionale, dopo un anno e più mesi, non è stato ancora emanato. A cosa è dovuto tale ritardo ? La prego, On. Assessore, di riscontrare almeno questa lettera, in considerazione che, alle mie precedenti note, non è stato dato alcun riscontro. Ossequiosi saluti. Eboli 14/03/07 Spett/le epolis Napoli Ho letto su epolis Napoli, che il solo rischio è dovuto agli incendi della spazzatura. Si trascura il fatto che i Ratti, in particolare il Rattus Norvegicus, è ghiotto di alimenti freschi e non mancia le Esche, con il gravissimo pericolo della Peste Bubbonica(portata dalle Pulci dei Ratti), della Leptospirosi ed altre malattie infettive: Quanto si spende per derattizzare(inutilmente) la città di Napoli ed i Comuni della provincia? Chi sono i responsabili della sorveglianza su tali interventi costosissimi (quanti facili arricchimenti)? Ormai nesuuno contolla. in questo guazzabuglio, la spesa impazzita, per far fronte a tali situazioni. Allego il mio curriculum professionale, per rendervi conto che sono un esperto in Bonifica igienico-sanitaria. Ritenendomi a vostra disposizione per qualsiasi argomento di Entomologia, Biocidi, molecole chimiche di cui è vietato l’uso e la moderna tecnica di bonifica( i Medici Igienisti, pur se preparati sulla conoscenza delle malattie infettive, non conoscono l’Entomologia, la Zoologia e la chimica organica, doti neccessarie per affrontare una pandemia), saluto cordialmente. Dott. Elio Presutto. Curriculum Professionale La mia professionalità è stata acquisita dalla ultraquarantennale esperienza, prima nell’&quot;Istituto di Entomologia Agraria&quot; dell’Università di Napoli, presso la Reggia di Portici, con l’incarico di sperimentatore per la lotta alle Cocciniglie degli Agrumi, prima di conseguire la Laurea in Scienze Agrarie, poi per aver lavorato quale Tecnico addetto alla lotta Antiparassitaria presso le seguenti Industrie Chimiche ed Aziende specializzate nella Bonifica Igienico-sanitaria: &#61607; Montecatini S.p.A di Milano; &#61607; Ravit S.p.A. – Affiliata della Pescynel Progyl di Parigi &#61607; Verchim Asterias S.p.A. di Bologna; &#61607; Elanco S.p.A , settore Chimica Applicata, per la lotta Antiparassitaria; &#61607; Procida S.p.A. di Lione (Francia); &#61607; Sperimentatore in pieno campo, in collaborazione dei Tecnici Aziendali, per conto delle Ameicane: – Union Carbaid, – Rhom & Hass – Proctel & Gamble. &#61607; REA S.p.A. Industrie Chimiche – Italia, Amministratore Delegato; &#61607; Consulente Tecnico, per la Bonifica igienico- sanitaria, delle Italiane: – Ecochimica srl, – Gruppo Italiano Union Chemia srl, – Ecochem srl, – Uniced srl, – Sanab sas, – Eco Alburni sas. In Venezuela, ho condotto ricerche e sperimentazioni sulle Zanzare e le Blatte, per studiare il comportamento dei vettori della malattia “Dengue”e della Mutazione Genetica del Virus che provoca l’“Encefalite Equina”, sempre trasmessa dalle zanzare che, da alcuni anni, colpisce anche l’uomo, in particolare i bambini, con alta mortalità. Per le blatte ho sperimentato l’applicazione delle molecole Chimiche d’ultima generazione. In Libano, Tunisia, Marocco ed Algeria, in collaborazione con i Responsabili Nazionali alla Prevenzione delle Malattie Infettive, ho fatto uva vasta indagine sugli insetti e sulle possibili malattie trasmesse. Sono stato Sindaco della Città di Eboli (SA). (Amministrazione Socialisti – Comunisti) dal 1979 al 1986. Ho amministrato, con l’incarico di Vice Presidente e Presidente, la “Unità Sanitaria Locale” di Eboli (SA) e, quale Amministratore Straordinario, la “Unità Sanitaria Locale di Salerno” (settima, come importanza, in Italia). Dott. Elio Presutto – Largo 4 Agosto 1943, n° 4 – (84025) EBOLI (SA) Fax 0828/366420 – Tel 0828/210727 Cellulare 320/0823326 E.mail: [email protected] Dott. ELIO PRESUTTO Ricerche Entomologiche Ricerca e sperimentazione sui Biocidi Ricerche in Bonifiche Ambientali Esimio Sig. SINDACO Comune di EBOLI (SA) p.c. Direttore Generale ASL/SA 2 Oggetto: Gara per la Bonifica igienico-sanitaria del territorio di Eboli Il sottoscritto Dott. Elio Presutto, nella sua qualità di esperto nella materia di cui all’oggetto, Le fa notare che la gara cui trattasi va immediatamente annullata, per notevoli motivi: • Le gare per servizi tecnicamente complessi, come quelli per la lotta agli Insetti e Ratti, vettori di pericolosissime malattie infettive, debbono tener conto anche della salvaguardia dei cittadini, del suolo, delle acque di superficie e delle falde freatiche. Detti servizi vanno appaltati non al prezzo più basso, ma col criterio dell’art. 23, comma 1, lettera b), della Legge 157/95, tenendo ben in evidenza il binomio costo/beneficio, precisando che, al costo deve essere assegnato un punteggio massimo di 40 ed alla parte tecnica, un punteggio minimo, di 60. • Per per il numero di interventi richiesti ,tutti necessari ma insufficienti,( sono stati esclusi i trattamenti ovo-larvicida, durante il periodo estivo, quando più intensi sono i cicli biologici di detti vettori) e per quelli straordinari non retribuiti, occorre una spesa, per ottenere i risultati di vera lotta ai vettori, in un territorio così vasto e intensamente popolato, al minimo, una somma tripla di quella da voi indicata. Per non parlare poi degli adempimenti tecnico-.amministrativi richiesti dopo ciascun intervento ed in fine il Monitoraggio e la Mappatura (indagini costosissime). • Dal Capitolato Speciale apprendo, con somma meraviglia che, particolare cura, deve riguardare i torrenti: Pontone, Rio Fresco e Acqualonga, Porti Commerciali, Marina di levante e di ponente, Scogliere. Da quando vivo ad Eboli (72 anni) non ho mai saputo dell’esistenza di tali torrenti, dei porti, delle marine di levante e di ponente, e delle scogliere. Come pure apprendo che ad Eboli esistono diversi Cimiteri. • Ai punti 3) e 9), del Bando di Gara “BUSTA N.1: Documentazione Tecnica”, è richiesto di indicare il numero di operatori specializzati, delle attrezzature tecniche e loro quantità e, dulcis in fundo, si ripete, il numero di unità lavorative che saranno impiegate. A cosa vi servono queste notizie, quando nel “Capitolato Tecnico”, richiedete l’impiego di almeno 4 unità, di cui, una con funzioni di coordinatore (vale a dire che per effettuare tutti i complessi interventi, su un vastissimo territorio, intensamente popolato, bastano tre operatori e due automezzi). Tutte queste notizie e tante altre, su cui non mi dilungo, sono richieste solo in gare espletate con la Legge e le modalità sopra citate, Con la costituzione di apposita Commissione tecnica, (esperti del settore) che valuti il punteggio tecnico da assegnare a ciascuna ditta. • Per quanto attiene i P.M.C. da impiegare, si arriva al paradosso di richiedere il Temephos, ignorando che, i formulati contenenti tale principio attivo, per legge non sono più commerciabili, sin dal mese di ottobre 2006. Non esiste un p.a. che si chiama chimicamente Azemetifos. Forse il redattore del Capitolato(inesperto) voleva intendere Azametiphos, che in America e Gran Bretagna, ed altre nazioni evolute, non è registrato perché sospetto cancerogeno e di altissima tossicità. Come pure il Propoxur, usato dai nostri antenati (è un modo di dire) ha le stesse pericolosità dell’Azamatiphos. E’ stato ignorato, ancora che, per la salvaguardia dell’ambiente, non si usano più i formulati, liquidi emulsionabili, contenenti, quali solventi, i derivati dal Petrolio. • Nel Bando di Gara, ultimo capoverso, è detto che, il Capo Servizio, è la Sig, ra Gilda Viscido, mentre nel frontespizio è indicata, quale Capo Servizio, la Sig.ra Lucia Carpigiani. • E’ ancora insignificante, per una gara che ha validità per un solo anno, la fine dell’art. 10 del Capitolato che così recita: “ fatto salvo l’aggiornamento ISTAT a far tempo dal secondo anno di validità del contratto”. Non mi dilungo su altre inesattezze e controsensi. Il tutto è stato maldestramente scopiazzato da un Bando di Gara e Capitolato Speciale, emessi da qualche Ente Pubblico, che prevede, certamente, l’applicazione dell’art. 23, comma 1, lettera b), della Legge 157/95, o altro procedimento similare. Va precisato che nessuna colpa va addebitata ai Dirigenti del settore, perchè tale tipo di gara va gestita, sin dall’inizio da un esperto in Entomologia, in chimica organica applicata e con approfondita conoscenza della lotta Antiparassitaria. Solo un Laureato in Scienze Agrarie, per il piano di studi fatti, può possedere tali qualità, se ha operato, poi, nel settore della Bonifica igienici-sanitaria. E’ vero che nessun è Profeta in patria, Il riferimento non è rivolto alla mia persona, per ovvi motivi, ma all’ex Preside Dott. Prof. Domenico Palladino, profondo studioso e ricercatore in Entomologia, conoscitore delle molecole chimiche di ultima generazione ed esperto nella lotta ai vettori di malattie infettive, per aver operato, per il recente passato, quale Consulente Tecnico di una tra le più importanti Società del settore. Dopo qunto detto, pertanto, è d’obbligo che la gara sia annullata e ripubblicata con i criteri sopra descritti. Se il Comune non prevede nel suo bilancio una spesa di lunga superiore a quella messa a base d’asta, Le conviene, come in suo potere, di emettere un’Ordinanza Sindacale che obblighi la ASL ad effettuare il servizio nel modo che ritiene più opportuno. Non si meravigli di questa mia contestazione, in precedenza le stesse cose le ho scritte e continuo a scriverle all’Assessore alla Sanità della Regione Campania, all’Assessore alla Sanità della Provincia e ad altri sindaci. In allegato le trasmetto alcune copie di dette lettere e del materiale tecnico ove può constatare che è tutto vero quel che affermo sui P.M.C. richiesti. Nella certezza di aver fatto cosa gradita, Le porgo cordiali saluti. Eboli 17/12/07 Dott. Elio Presutto – Largo 4 Agosto 1943, n° 4 – (84025) EBOLI (SA) Tel. 0828/210727 – Fax 0828/366420 – Cellulare 320/0823326 E.mail: [email protected]

  2. Punisher scrive:

    Ma cosa dici? Sei ancora agli arresti domiciliari elio ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − 1 =