Modello ricorso al prefetto contro multa strisce blu

Potrebbe interessarti...

5 risposte

  1. GIANNI scrive:

    MODELLO Chiedo se gentilmente potete inviarmi modello di contestazione da poter inviare all’autorità competente,visto che mia figlia domiciliata con attività lavorativa a milano si è vista recapitare un’infrazione proveniente da comune di napoli.il motociclo a lei intestato si trovava in garage in quel giorno a verona e non circolava sicuramente x le strade di napoli.grazie

  2. Pina scrive:

    multa strisce blu ho ricevuto un’ordinanza-ingiunzione del Prefetto di caserta contro ricorso presentato a dicembre per strisce blu con questa motivazione : Violazione art 7 comma 6 e 8 del codice della strada: cioè strisce blu non possono esserci se non ci sono nelle vicinanze zone a parcheggio libere e non possono essere all’interno della carreggiata restringendola! perchè mi è stato respinto con una motivazione del tutto estranea ? ci sono estremi per ricorso GDP

  3. Dibibob scrive:

    Le strisce blu sono illegittime Il mancato pagamento di un pedaggio (come quello relativo alle strisce blu) non è previsto esplicitamente da nessuna norma del Codice della srada come fatto generativo della sanzione. Ne consegue che quando nel verbale di una multa trovate un generico riferimento al >, senza alcuna ulteriore specificazione, potete impugnarla. Lo stesso vale per la mancata esposizione del titolo del pagamento. Infatti, l’obbligo sanzionato non è imposto da alcuna norma e tanto meno dal C.d.S., quindi l’indicazione che figura nel verbale – mancato pagamento – non pare correttamente sanzionabile. L’unica norma che fa riferimento ad un obbligo di esposizione di agliando è l’art. 181 del C.d.S. che però impone unicamente l’obbligo di esposizione del contrassegno assicurativo, ma non fa riferimento dell’esposizione del titolo del pagamento. In realtà, i comuni utilizzano per sanzionare il mancato pagamento della sosta, l’art. 157, comma 6 che però, notate bene, impone unicamente > o di >. Si tratta del c.d. disco orario che serve ad indicare la durata della sota nelle zone con sosta oraria. Quando è stata emanata questa norma non esistevano parcheggi a pagamento, ma solo soste a orario in alcune zone! I comuni quindi applicano questa norma attraverso un’interpretazione estensiva, cosa che non è legittima, trattandosi di legge speciale!

  4. nike skor scrive:

    67761405 I am curious to find out what blog system you are using? I’m having some minor security problems with my latest website and I would like to find something more secure. Do you have any recommendations? nike skor http://www.air-skor.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 + 1 =