No al bonus maturità inidoneo e incostituzionale, il ministro discrimina gli studenti

Potrebbe interessarti...

2 risposte

  1. ettore rivoli scrive:

    INGIUSTIZIA PERCENTILLI Siamo i genitori( entrambi insegnanti) addolorati per la figlia disperata dopo aver apppreso che, nonostantre la brillante carriera scolastica, in una classe di eccellenza del liceo scintifico di piazza armerina (max credito scolastico, tutti nove e dieci nello scrutinio finale e 97/100 alla maturità, per un membro esterno psicolabile,e, in una scuola che annovera tra i suoi ex allievi e in ogni fine anno accademico, studenti in medicina, al politecnico, alla cattolica e in altri notevoli atenei d’italia) non otterrà il bonus previsto con i percentili, mentre, al contrario, altri studenti con una carrira scolastica molto più modesta, anche nello stesso istituto, riusciranno ad ottenere anche 9 punti. E’ una grande ingiustizia,perchè mia figlia vede compromesso il sogno di entrare in medicina. Noi aggiungiamo che l’eccellenza in questa nostra italia è premiata solo a parole e non certo coi fatti, e questi nostri figi sicuramente perdono sempre più fiducia nella istituzioni. NOn sappiamo se questo sfogo giungerà al ministro e se questa via percorsa sia quella giusta per far giungere al ministro il nostro sconforto e disappunto. Comunque speriamo, visto che crediamo nella scuola, con la s maiuscola, che si possa fare un cambiamento sulla valutazione dei percentili e riparare a questo danno, che sicuramente non sarà solo per mia figlia, ma è subito da tanti altri giovani inpegnati e diligenti. ettore rivoli e gaetana pilato

  2. ettore rivoli scrive:

    INGIUSTIZIA PERCENTILLI Siamo i genitori( entrambi insegnanti) addolorati per la figlia disperata dopo aver apppreso che, nonostantre la brillante carriera scolastica, in una classe di eccellenza del liceo scintifico di piazza armerina (max credito scolastico, tutti nove e dieci nello scrutinio finale e 97/100 alla maturità, per un membro esterno psicolabile,e, in una scuola che annovera tra i suoi ex allievi e in ogni fine anno accademico, studenti in medicina, al politecnico, alla cattolica e in altri notevoli atenei d’italia) non otterrà il bonus previsto con i percentili, mentre, al contrario, altri studenti con una carrira scolastica molto più modesta, anche nello stesso istituto, riusciranno ad ottenere anche 9 punti. E’ una grande ingiustizia,perchè mia figlia vede compromesso il sogno di entrare in medicina. Noi aggiungiamo che l’eccellenza in questa nostra italia è premiata solo a parole e non certo coi fatti, e questi nostri figi sicuramente perdono sempre più fiducia nella istituzioni. NOn sappiamo se questo sfogo giungerà al ministro e se questa via percorsa sia quella giusta per far giungere al ministro il nostro sconforto e disappunto. Comunque speriamo, visto che crediamo nella scuola, con la s maiuscola, che si possa fare un cambiamento sulla valutazione dei percentili e riparare a questo danno, che sicuramente non sarà solo per mia figlia, ma è subito da tanti altri giovani inpegnati e diligenti. ettore rivoli e gaetana pilato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 4 =