mar, 29 lug 2014 - 10.47.07 - Utenti online: 41

Digitale terrestre: come arrivare preparati allo switch over del 14 Ottobre in Campania

Digitale terrestre: come arrivare preparati allo switch over del 14 Ottobre in Campania

Data: martedì 15 settembre 2009 - 10:27:51 PM
Fonte: il mattino

Digitale terrestre: come arrivare preparati allo switch over del 14 Ottobre in Campania

Fondatore di Mediamarket Italia e vicepresidente di Aires, l’associazione dei rivenditori di elettronica specializzata, il 54enne milanese Pierluigi Bernasconi conosce tutti i segreti del digitale e ha molti consigli da dare in vista dello switch over del 14 ottobre. Cosa devono sapere i nuovi utenti del digitale terrestre? «Che è tutto più facile di quel che sembra. Basterà acquistare un nuovo prodotto e installarlo, sarà un’operazione indolore. Lo abbiamo verificato nelle altre regioni che già sono passate al digitale. Forse sarà utile anticiparsi nella ricerca di un antennista per la verifica del sistema di ricezione». È un cambiamento che costerà tantissimo. «È un investimento minimo, che va fatto una sola volta. Poi, quando ci sarà il naturale avvicendamento tra televisori vecchi e quelli nuovi, entreranno nelle case gli apparecchi con il ricevitore incorporato e nessuno si accorgerà più della novità». Quanto sborseranno i napoletani? «Dipende da quel che vogliono comprare. Spesso si cerca di limitare la spesa comprando decoder di primo prezzo. Però le prestazioni sono inferiori e si corre a comprarne uno nuovo». Che significa primo prezzo? Quali sono le difficoltà? «Il termine primo prezzo indica il cosiddetto modello base, quello che costa meno di tutti. A volte sono decoder che non hanno la sintonizzazione automatica, significa che ogni volta che si stacca la spina, i canali vanno risintonizzati». Quanti apparecchi contate di vendere? «C’è una stima secondo la quale in ogni casa italiana entreranno 2,7 nuovi apparecchi, tra decoder e tv già preparate per il digitale». E in Campania? «Stimiamo di vendere tra il milione e il milione e mezzo di apparecchi per il digitale terrestre». Con introiti importanti per tutti i rivenditori. «Non ne farei una questione economica. Si tratta di una innovazione che diventerà banale, come i primi frigoriferi, le prime tv, i primi telefoni cellulari». La gente è diffidente. Teme aumenti ingiustificati. «Su questo punto mi assumo personalmente un impegno con tutti i napoletani e i campani: i prezzi resteranno invariati, nessun aumento sarà consentito, almeno tra gli associati Aires, ma credo di poter parlare a nome di tutti i rivenditori. Non ci saranno furbi...». Però sarà necessario affrettarsi. «Ci sono scorte in abbondanza, nessuno resterà senza decoder. Certo, se si vuole avere maggiore possibilità di scelta, è bene anticiparsi: chi arriva prima ha maggiori possibilità».

fine
 
Apri una Sede NOIConsumatori Movimento AntiEquitalia
Torna IndietroStampa ArticoloEsporta questo articolo come PDFInvia questo articolo via emailCondividi questa notizia su facebook

Commenti e Voti

Se vuoi esprimere anche la tua opinione clicca qui.

La tua opinione

Vota e/o lascia anche tu un commento su questo articolo, ricordando di essere sempre coerente con l'articolo, di non lasciare messaggi inutili (leggi prima i commenti che hanno scritto gli altri visitatori, in modo da non ripetere le stesse argomentazioni o eventuali domande) e di non lasciare messaggi offensivi o che contengano frasi inappropriate che potrebbero nuocere ad alcuni visitatori.

Ricorda che il tuo indirizzo IP (80.70.112.83) verrà registrato ma non divulgato
*
* ‹ non verrà divulgata
*
This Is CAPTCHA Image - Inserisci nel campo il testo che leggi nell'immagine
Voto:
Leggi il Blog di Angelo Pisani ZOOM - Inchieste su beni e servizi di rilevante interesse per i consumatori
Perché Napoli non funziona? 10 Città napoletane a confronto
x
 

Realizzazione sito Internet by Xeader